Condizioni generali di contratto Villa Eden Hotel S.r.l.


I. Ambito di applicazione
II. Conclusione del contratto; parti; responsabilità contrattuale
III. Servizio, consegna e restituzione dell’alloggio
IV. Corrispettivo, pagamento, compensazione
V. Adeguamento del corrispettivo
VI. Recesso del cliente (disdetta, annullamento)
VII. Recesso del Resort
VIII. Responsabilità del Resort
IX. Disposizioni finali

I. Ambito di applicazione
1. Le presenti Condizioni Generali di Contratto si applicano a tutti i servizi e alle prestazioni forniti da Villa Eden Hotel S.r.l. (Resort).
2. Tali Condizioni Generali si applicano in particolare a tutti i contratti di alloggio di camere e villette nonché a tutti gli altri servizi e a tutte le prestazioni forniti dal Resort ai clienti.
3. Il contratto è concluso solo alle presenti condizioni. Eventuali condizioni contrattuali poste dal cliente non trovano alcuna applicazione.

II. Conclusione del contratto; parti; responsabilità contrattuale

1. Il contratto si conclude con l’accettazione della richiesta del cliente da parte del Resort. È in facoltà del Resort pretendere la conferma scritta della prenotazione della camera e/o condizionare la conclusione del contratto al pagamento di un anticipo o al versamento anticipato del corrispettivo da parte del cliente.
2. Parti del contratto sono il Resort e il cliente. Se un terzo ha prenotato per conto del cliente, questi è solidalmente tenuto con il cliente nei confronti del Resort all’adempimento di tutte le obbligazioni nascenti dal contratto di alloggio.
3. Con la conclusione del contratto di alloggio il cliente acquista il diritto all’utilizzo dei locali e delle strutture del Resorts a cui i clienti, di regola e senza speciali condizioni, hanno accesso nonché il diritto di fruire del servizio ordinariamente prestato.
4. La sublocazione o la sub-concessione delle camere e dei villini oggetto del contratto di alloggio è consentita solo previo consenso scritto del Resort.
5. Il cliente è tenuto a dichiarare al Resort immediatamente, senza esplicita richiesta e non oltre la conclusione del contratto, se l’uso che ne verrà fatto e/o l’evento organizzato dal cliente all’interno del Resort abbia o possa avere pubblico interesse o se sia suscettibile, in ragione del suo carattere politico, religioso o di altra natura, di pregiudicare o danneggiare il Resort.
6. Inserzioni su quotidiani, campagne pubblicitarie e altre pubblicazioni che facciano riferimento al Resort necessitano del previo consenso scritto di quest’ultimo.
7. In violazione degli obblighi di dichiarazione di cui al precedente comma 5 o in caso di pubblicazione avvenuta senza il consenso di cui al precedente comma 6, il Resort è legittimato a vietare l’utilizzo delle proprie strutture o ad annullare l’evento.

III. Servizio, consegna e restituzione dell’alloggio
1. Il Resort è tenuto a riservare al cliente la camera o il villino prenotato e a fornire i servizi concordati solo se il cliente abbia adempiuto all’obbligo di pagamento.
2. n difetto di previo ed espresso accordo con il Resort, il cliente non ha alcun diritto ad acquisire la disponibilità di una determinata camera o di un determinato villino.
3. Le camere e i villini prenotati sono messi a disposizione del cliente dalle ore 15:00 del giorno di arrivo concordato. Il cliente non ha diritto alla consegna della camera o del villino prima di tale orario.
4. Alla data di partenza concordata, le camere e i villini devono essere sgomberati non più tardi delle ore 12:00. In questo caso, il Resort è legittimato a pretendere dal cliente, per l’utilizzo supplementare della camera, un incremento del 50% della tariffa (prezzo di listino per l’alloggio) fino alle ore 18:00 e un incremento del 100% dalle ore 18:00, fatto salvo il diritto del Resort di addebitare al cliente gli ulteriori danni che da tale ritardo gli siano derivati. Il cliente ha facoltà di dimostrare che nessun pregiudizio o un pregiudizio di entità minore di quello contestato è derivato dal suddetto ritardo.

IV. Corrispettivo, pagamento, compensazione

1. Il cliente è tenuto a corrispondere al Resort il prezzo concordata o stabilito dalla tariffa in vigore per l’alloggio e per gli ulteriori servizi da lui richiesti nonché la refusione delle spese sostenute e delle prestazioni effettuate dal Resort a favore di terzi su disposizione del cliente.
2. La tariffa concordata è comprensiva di I.V.A. come per legge.
3. Le fatture emesse dal Resort senza data di scadenza sono pagabili immediatamente senza deduzioni.
4. Eccezioni contro le fatturazioni telefoniche devono essere sollevate entro un mese dal ricevimento.
5. Il Resort è legittimato a esigere in ogni momento il saldo dei debiti maturati e a pretenderne il pagamento senza dilazioni. In caso di mancato pagamento di una fattura scaduta il Resort è legittimato a risolvere il contratto di alloggio con effetto immediato ai sensi dell’art. 1456 c.c.
6. Il cliente è tenuto a pagare il corrispettivo dovuto, al più tardi, al momento della partenza.
7. In caso di ritardo nel pagamento, il Resort è legittimato ad esigere gli interessi moratori nella misura del tasso base annuale incrementato dell’8% e, nei confronti dei consumatori, nella misura del tasso base annuale incrementato del 5%. Il Resort si riserva il diritto di fare valere eventuali danni maggiori.
8. Il cliente è legittimato a compensare i debiti contratti con il Resort solo ed esclusivamente con crediti non contestati o giudizialmente accertati con provvedimento irrevocabile.
9. A fronte del rifiuto del cliente di adempiere o del ritardo nell’adempimento al Resort spetta il diritto di ritenzione sui beni portati con sé dal cliente ai sensi del combinato disposto di cui agli artt. 2756 e 2760 c.c.

V. Adeguamento del corrispettivo

1. Se tra la conclusione e l’adempimento del contratto intercorre un lasso di tempo pari a 4 mesi e la tariffa applicata dal Resort per tali servizi ha subìto un aumento, il corrispettivo concordato può essere incrementato dal Resort in misura non eccedente il 15%.
2. Le tariffe possono altresì subire variazioni nel caso in cui il cliente, con il consenso del Resort, modifichi successivamente il numero di camere e villini prenotati, il tipo di servizio richiesto o la durata del soggiorno.

VI. Recesso del cliente (disdetta, annullamento)

1. In caso di prenotazione on-line o di contratto di alloggio concluso a distanza l’esercizio del diritto di recesso entro 14 giorni dalla conclusione del contratto viene escluso ai sensi dell’art. 59, lett. n), Codice del Consumo. Si applicano le seguenti condizioni e disposizioni.
2. Il recesso del cliente è ammissibile solo se i seguenti costi di annullamento siano stati saldati. Nessun costo è previsto per l’annullamento esercitato prima del 14º giorno antecedente la data di arrivo. In caso di annullamento entro 14 giorni antecedenti la data di arrivo, il Resort si riserva il diritto di addebitare al cliente un costo supplementare variabile a seconda della durata del soggiorno, che può andare da uno fino a tre pernottamenti. Se il cliente non si presenta alla data di arrivo comunicata (No-Show), se non utilizza le camere e i villini prenotati ovvero in ipotesi di partenza anticipata, sarà addebitato al cliente il 100% dell’importo previsto dalla tariffa del Resort. Il cliente ha facoltà di provare che nessun pregiudizio ne è derivato o che il pregiudizio subito dal Resort è inferiore a quello complessivamente addebitato.
3. Sono vincolanti altresì le pattuizioni speciali contrattualmente stabilite dalle parti.

VII. Recesso del Resort

1. Se è stato concordato per iscritto il diritto del cliente di recedere dal contratto entro un determinato termine, il Resort è pure legittimato a esercitare il diritto di recesso entro lo stesso termine, qualora altri clienti richiedano di poter alloggiare nelle camere o nei villini già prenotati e il cliente, su sollecitazione del Resort, non rinunci al proprio diritto di recesso.
2. Il Resort è altresì legittimato a recedere dal contratto allorché il concordato pagamento anticipato non sia stato tempestivamente effettuato.
3. Il Resort è inoltre legittimato a recedere dal contratto per giusta causa se, a es.;
a causa di forza maggiore o di altre circostanze non imputabili al Resort l’esecuzione del contratto sia divenuta impossibile;
le camere o i villini siano prenotati fornendo informazioni false o ingannevoli su elementi o circostanze essenziali, quali a es. l’identità del cliente o lo scopo della prenotazione;
il Resort ha fondato motivo di ritenere che l’utilizzo dei servizi alberghieri possa pregiudicare la propria attività ricettiva e senza che ciò possa imputarsi alla direzione o all’organizzazione del Resort;
sia commessa una violazione essenziale delle presenti Condizioni Generali di Contratto.
4. Il Resort è tenuto a informare senza ritardo il cliente della volontà di esercitare il diritto di recesso.
5. L’esercizio legittimo del diritto di recesso da parte del Resort non fa sorgere in capo al cliente alcun diritto al risarcimento del danno.

VIII. Responsabilità del Resort

1. Il Resort risponde dell’inadempimento delle proprie obbligazioni contrattuali. Se il cliente è un consumatore, la responsabilità del Resort è esclusa per colpa lieve, fatti salvi i danni alle persone. Se il cliente non è un consumatore, è esclusa la responsabilità del Resort per colpa lieve. In tal caso è a carico del cliente l’onere di provare la colpa del Resort.
2. In caso d’insorgenza di difetti o disfunzioni dei servizi prestati dal Resort, quest’ultimo si adopererà per porvi rimedio non appena ne abbia avuto conoscenza o subito dopo che gli siano stati prontamente comunicati dal cliente. Il cliente è tenuto, per quanto sia ragionevolmente possibile, a collaborare con il Resort per la rimozione del disservizio o la minimizzazione del danno.
3. Il Resort è responsabile verso il cliente per le cose da lui introdotte nella struttura alberghiera secondo le disposizioni normative applicabili e fino agli importi previsti dalla legge (responsabilità dell’albergatore depositario di cui agli artt. 1783 ss. c.c.). Danaro e oggetto di valore possono essere custodite nella cassaforte del Resort. Il Resort può rifiutarsi di accettarne la custodia qualora si tratti di oggetti di valore più elevato di quelli che gli ospiti del Resort abitualmente depositano. Il cliente è tenuto a comunicare preventivamente al Resort il valore degli oggetti da depositare. Per i suddetti depositi nella cassaforte, il Resort risponde nei limiti del valore indicato e, comunque, entro il massimale assicurativo previsto per la responsabilità civile. Il Resort suggerisce di fare uso del servizio di deposito. Con riferimento agli oggetti depositati nelle cassette di sicurezza presenti nelle camere e nei villini trova applicazione quanto previsto dall’art. 1785quater c.c. sui patti limitanti la responsabilità dell’albergatore. Le domande volte a far valere la responsabilità del Resort si estinguono se il cliente omette di denunciare lo smarrimento, la distruzione o il danneggiamento non appena ne abbia avuto conoscenza.
4. La concessione al cliente, anche a titolo oneroso, di un posto auto nel garage o nel parcheggio del Resort non costituisce di per sé conclusione di un contratto di custodia. Il Resort non si assume alcuna responsabilità per lo smarrimento o il danneggiamento dei veicoli parcheggiati o manovrati all’interno del Resort né per lo smarrimento o il danneggiamento delle cose lasciate al loro interno ex art. 1785quinquies c.c. Tale limitazione di responsabilità vale anche nei confronti degli ausiliari del Resort.
5. Il servizio di sveglia è prestato dal Resort con estrema diligenza. È esclusa la responsabilità per danni del Resort, salvo dolo o colpa grave.
6. I messaggi, la posta e le spedizioni sono gestiti dal Resort con scrupolosa diligenza. Il Resort è disponibile a farsi carico della notifica, della custodia nonché, su richiesta e a titolo oneroso, dell’inoltro degli stessi per conto degli ospiti. È esclusa la responsabilità per danni del Resort salvo dolo o colpa grave.

IX. Disposizioni finali

1. Modificazioni o integrazioni del contratto, dell’accettazione di proposte contrattuali o delle presenti Condizioni Generali necessitano della forma scritta per essere efficaci. L’eventuale modificazione della forma convenzionale necessita a sua volta della forma scritta. Modificazioni o integrazioni unilaterali da parte dei clienti sono nulle e prive di effetti.
2. Il luogo di adempimento e pagamento coincide con la sede legale del Resort.
3. Il Giudice del luogo ove il Resort ha la propria sede legale ha giurisdizione esclusiva per ogni controversia che dovesse sorgere con clienti che agiscano nell’esercizio della propria attività imprenditoriale, commerciale, artigianale o professionale. Trova applicazione il c.d. “foro del consumatore” nei confronti dei clienti che agiscano per finalità estranee all’attività imprenditoriale, commerciale, artigianale o professionale.
4. Tra le parti trova applicazione il diritto italiano, l’applicazione delle norme di conflitto di diritto internazionale privato e la Convenzione delle Nazioni Unite sui contratti di compravendita internazionale di merci viene espressamente esclusa.
5. L’eventuale inefficacia o nullità, sia originaria che sopravvenuta, di singole disposizioni delle presenti Condizioni Generali di Contratto non pregiudica la validità e l’efficacia delle restanti disposizioni.

La seguente dichiarazione rilasciata dal cliente deve essere allegata al modulo/formulario predisposto da Villa Eden Hotel S.r.l. e deve essere sottoscritta dal cliente



Con la propria sottoscrizione, il cliente dichiara, ai sensi degli artt. 1341 e 1342 c.c. e dell’art. 33 ss. del d.lgs. 206/2005, c.d. Codice del consumo, di aver preso visione delle Condizioni Generali di Contratto predisposte da Villa Eden Hotel S.r.l., di accettarle e, in particolare, di approvare espressamente le seguenti clausole delle Condizioni Generali di Contratto: art. II, comma 2, responsabilità solidale del consumatore; art. III, comma 4, diritto del Resort al risarcimento del danno; art. IV, comma 7, interessi annuali di mora del 5%; art. IV, comma 8, limiti alla compensazione da parte del cliente; art. V, comma 1, incremento del prezzo; art. VI, comma 2, costi di annullamento; art. VII, comma 1, recesso del Resort; art. VIII, comma 1, responsabilità limitata del Resort; art. IX, comma 1, forma scritta convenzionale; art. IX, comma 3, giurisdizione esclusiva.